Castello di Cassino Scanasio

Dimora storica della famiglia Visconti di Modrone, oggi una parte del Castello è stata ristrutturata sotto l’egida delle Belle Arti. L’origine del Castello di Cassino non è di immediata datazione. Documenti risalenti all’anno mille citano, a proposito di passaggi di eredità, beni situati nel luogo di “casinae scanasane” e l’esistenza di un edificio rurale fortificato sarebbe documentata già a partire dall’XI secolo, ma la sua effettiva presenza territoriale è riconducibile alla più tarda epoca signorile.

Nel ‘400 il Castello venne restaurato e l’intero borgo divenne una sorta di casale agricolo fortificato. Nei primi anni del XVI secolo, il complesso venne acquistato dalla famiglia Trivulzio che ne trasformò completamente l’immagine. Esso si trasformò da “castrum” in dimora di campagna con la costruzione delle torri cilindriche tuttora visibili.

Nel 1836 fu acquistato dalla famiglia Visconti di Modrone, riacquistando importanza nel secolo XVIII, trovandosi in posizione centrale nelle grandi trasformazioni agrarie del milanese.
Il Castello di Cassino è reso interessante da caratteristiche decorazioni a graffito e finestre ad archi  in stile gotico. Attualmente è in fase di restauro. E’ situato in via Cassino Scanasio.