Voto assistito

Che cos’è

Gli elettori con grave infermità possono essere accompagnati all’interno della cabina elettorale da un altro elettore, presentando al presidente di seggio  una certificazione medica rilasciata da funzionari medici designati dall’Azienda Sanitaria Locale, che attesti il diritto al voto assistito.

Come funziona

L’impedimento, quando non sia evidente, potrà essere dimostrato mediante esibizione di apposito certificato rilasciato, immediatamente, gratuitamente e  in esenzione da qualsiasi diritto o applicazione di marche, dal funzionario medico designato dai competenti organi dell’Azienda per i servizi sanitari. Detto certificato medico deve attestare che l’infermità fisica impedisce all’elettore di esprimere il voto senza l’aiuto di altro elettore.
È possibile presentare una richiesta al proprio Comune di iscrizione elettorale  per ottenere l’annotazione permanente del diritto di voto assistito mediante l’apposizione di un corrispondente simbolo sulla tessera elettorale.
La domanda deve essere corredata dalla predetta certificazione sanitaria attestante l’impossibilità da parte dell’elettore di esercitare autonomamente il diritto di voto.
Per gli elettori non vedenti è sufficiente esibire il libretto di pensione rilasciato dall’INPS (in passato rilasciato dal Ministero dell’Interno) nel quale sia indicata la categoria “Ciechi Civili” e uno dei relativi codici attestanti la cecità assoluta (06,07,10,11,15,18,19).

Chi contattare

Ufficio elettorale
Piazza G. Foglia, 1
Infoline 800.31.32.32