Rozzano commemora l’Olocausto e celebra il Giorno della Memoria con la proiezione riservata alle scuole del film “Una volta nella vita”

Comunicato Stampa

Rozzano commemora l’Olocausto e celebra il Giorno della Memoria con la proiezione riservata alle scuole del film “Una volta nella vita”

 

Rozzano, 25 Gennaio 2017
La celebrazione del Giorno della Memoria costituisce ormai, anno dopo anno, un appuntamento fisso per molti italiani, e soprattutto per molti giovani italiani, che vogliono comprendere, ricordare e garantire un futuro migliore all’umanità e al nostro Paese.

Secondo lo spirito della legge che ha istituito questa giornata, il ricordo della Diaspora degli Ebrei non deve essere solo un evento commemorativo, ma anche e soprattutto un evento culturale e didattico che valga come monito alle future generazioni perché mai più si ripetano fatti di tale atrocità. Per questo motivo l’Amministrazione Comunale porta avanti un percorso di sensibilizzazione nei confronti dei giovani studenti rozzanesi, ai quali nella mattinata di venerdì 27 gennaio verrà riservata una proiezione, presso il Cinema Teatro Fellini, in viale Lombardia 53.

“Mai come in questi ultimi mesi sentiamo la necessità di riflettere con le nuove generazioni sul tema della Memoria, nell’osservare il percorso dell’uomo nella storia e le azioni compiute – afferma il Sindaco Barbara Agogliati – Tragedie simili purtroppo si vedono anche oggi con le guerre in atto. Vorrei vedere questa giornata come un momento importante di commemorazione verso tutti coloro che, innocenti, vengono colpiti dalle atrocità della guerra e delle discriminazioni razziali. Da Sindaco, penso che il nostro lavoro debba proseguire in un’ottica di educazione dei nostri ragazzi ai valori della solidarietà e del rispetto delle differenti culture”.

“Non possiamo perdere quest’occasione così preziosa di poter far tesoro di testimonianze del passato. Che questo momento possa essere, oltre che di formazione, di informazione sui fatti realmente accaduti e che possa essere di monito per il futuro, perché atti del genere non si verifichino”, ha concluso il Vicesindaco con delega alla Pubblica Istruzione, Stefania Busnari.