Asili nido e scuole, la riapertura a settembre

Pubblicato il 10 Agosto 2020

L’amministrazione comunale, in prima linea per garantire la sicurezza nel rispetto delle regole anti Covid, stanzia oltre 1 milione e 500 mila euro per adeguare le strutture scolastiche e garantire i servizi alle famiglie. Per i bambini da 0 a 3 anni l’avvio del servizio sarà il 1° settembre, mentre la campanella suonerà per le scuole dell’infanzia, per le primarie e secondarie di primo grado lunedì 14.

“Garantire la riapertura in sicurezza delle scuole e tutti i servizi per le famiglie è una priorità per la nostra amministrazione – spiega il sindaco Gianni Ferretti. Abbiamo impegnato molte risorse economiche per gli asili nido e per il post scuola nella scuola dell’infanzia, per limitare il più possibile  i disagi ai genitori che lavorano.  Confermiamo anche quest’anno la gratuità del servizio di refezione scolastica – prosegue il primo cittadino – solo per le famiglie residenti per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado in regola con i pagamenti con Ama Rozzano, la nostra società partecipata, e con il Comune. Ringrazio l’assessore Maira Cacucci per il suo impegno nel trovare molteplici soluzioni per la ripartenza delle nostre scuole e per la sinergia con le direzioni didattiche.”

L’amministrazione comunale ha inoltre stanziato ulteriori risorse per consentire l’ampliamento dei nidi comunali nel rispetto delle linee guida del Ministero dell’istruzione. Infatti, oltre ai plessi di via Campania e Gardenie, dove in quest’ultimo sono stati creati nuovi posti per i piccolissimi, il Comune ha ristrutturato il plesso di via Piave e proseguono a ritmo incalzante i lavori nella nuova struttura di via Bergamo.  Ama Rozzano, la municipalizzata che gestisce i servizi educativi ha già confermato alle famiglie l’iscrizione dei bambini che frequentavano l’asilo lo scorso anno. Nelle prossime settimane sarà pubblicata sui siti istituzionali la graduatoria dei nuovi iscritti.

Più complessa è la soluzione per la scuola dell’infanzia, dove il Ministero assicura la presenza del personale fino alle ore 13.30.  L’amministrazione ha deciso di garantire alle famiglie il prolungamento dell’attività con il post scuola fino alle ore 16.00.  Un impegno economico importante per il bilancio comunale.

Grazie al dialogo continuo e proficuo con le direzioni didattiche del territorio sono state studiate e condivise le soluzioni per la riapertura in sicurezza nelle scuole primarie e secondarie di primo grado.  Gli spazi saranno suddivisi in maniera da garantire il rispetto della normativa vigente senza trascurare gli aspetti didattici e la socialità.  Per la scuola primaria è garantito il servizio di pre e post scuola ed è confermato per gli studenti residenti a Ponte Sesto il trasporto scolastico alla scuola secondaria di primo grado di via Curiel.