Il Comune stanzia contributi a sostegno del commercio di vicinato

Il Comune di Rozzano stanzia 200.000 euro a favore del commercio al dettaglio non alimentare e dei piccoli artigiani fortemente colpiti  dall’emergenza sanitaria. Una misura importante, concordata con i rappresentanti locali di Confcommercio che consentirà alle molte realtà di vicinato del territorio di ottenere un sostegno finanziario nell’ambito del Distretto Urbano del Commercio. Per gli ambulanti, residenti a Rozzano e attivi sul territorio locale, ci sarà la possibilità di richiedere un parziale indennizzo.

La giunta comunale ha inoltre approvato l’esenzione della tassa sui rifiuti per le categorie merceologiche inattive nel periodo di lockdown e per gli ambulanti. Sono inoltre esclusi dal pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico bar, ristoranti, gelaterie, gli esercizi di vicinato e le attività artigianali dalla chiusura obbligata dell’attività fino al 31.12.2020. La decisione della squadra di governo verrà sottoposta al consiglio comunale il prossimo 29 giugno e per ottenere l’esenzione del pagamento dei tributi locali i commercianti e gli ambulanti dovranno presentare una richiesta scritta al Comune.

“I piccoli commercianti, insieme ai piccoli artigiani come parrucchieri ed estetisti, sono un settore fondamentale per l’economia del nostro territorio – commenta il sindaco Gianni Ferretti – per questo motivo abbiamo deciso di stanziare importanti risorse economiche a sostegno di queste attività che, più di altre, sono state penalizzate dal Coronavirus. Oltre allo stanziamento, per agevolare la ripartenza abbiamo deciso, per queste categorie, l’esenzione delle tasse locali.  Al fine di garantire  il rispetto delle norme di distanziamento e sicurezza sociale necessarie a prevenire la diffusione del Covid-19 – prosegue il primo cittadino – diamo ai commercianti la possibilità di estendere gli spazi esterni ai locali.”

“Le attività commerciali hanno subito pesanti perdite economiche  – spiega Maira Cacucci, assessore al commercio. Le misure approvate sono volte a sostenere il commercio di vicinato e gli ambulanti, settori importanti per la nostra città che devono essere rilanciati e supportati con queste azioni. Come amministrazione abbiamo fatto il possibile, ora tocca ai rozzanesi comprare sotto casa.”

“Una misura da 320.000 euro che permette al tessuto produttivo locale di far fronte ad uno dei periodi più difficili – commenta l’assessore ai tributi Simone Scavilla – attraverso un sistema di diminuzione dell’imposizione fiscale inerente a Cosap e Tari.”