Vaccino anti Covid, la prenotazione anche nelle farmacie comunali

Pubblicato il 16 Febbraio 2021

Al via le prenotazioni per il vaccino anti Covid anche nelle farmacie comunali in questa seconda fase della campagna vaccinale che interessa gli anziani con più di 80 anni, comprese le persone nate nel 1941.

Le quattro farmacie si mettono a disposizione dei cittadini ultra ottantenni che possono recarsi dal proprio farmacista di fiducia per prenotare la vaccinazione, presentando la tessera sanitaria e muniti di numero di cellulare. Le farmacie comunali si trovano in viale Liguria, in via Garofani, in piazza Berlinguer a Ponte Sesto e in via Arno a Quinto Stampi.

L’amministrazione comunale invita i cittadini a recarsi nelle farmacie nei prossimi giorni, al fine di evitare possibili attese dovute all’alto numero di persone collegate al portale di Regione Lombardia.

“Abbiamo voluto offrire questa opportunità nelle nostre farmacie per venire incontro alle esigenze della popolazione più anziana – commenta il sindaco Gianni Ferretti – la capillarità della rete delle farmacie comunali è fondamentale per dare un’accelerazione alla battaglia che stiamo combattendo quotidianamente contro il virus”.

“Ringraziamo i farmacisti che mettono ancora una volta il loro lavoro a disposizione di chi ne ha la necessità – aggiunge Cristina Perazzolo, assessore alle politiche per la salute – intanto chiediamo a tutti di continuare ad utilizzare i dispositivi di protezione, la prima barriera per arginare questo virus e tutte le sue varianti”.

I cittadini lombardi che hanno più di 80 anni possono aderire alla vaccinazione anti Covid anche in autonomia collegandosi alla piattaforma internet dedicata, muniti di tessera sanitaria/carta nazionale dei servizi e di numero di cellulare. La richiesta può essere presentata anche dai familiari o da altra persona che si prende cura del soggetto da vaccinare. In alternativa possono fornire supporto per l’inserimento dei dati anche i medici di medicina generale.

Per ottenere una migliore protezione dal Coronavirus occorrono due dosi di vaccino. L’appuntamento per la seconda dose viene fissato contestualmente alla somministrazione della prima dose.